Gualdo, un cuore grande così!

gualdogubbioi51Un pareggio che non ha lo stesso sapore: per il Gualdo vale quasi come una vittoria, ottenuto in rimonta e poi soffrendo negli ultimi minuti per l’inferiorità numerica. Per il Gubbio suona quasi come una sconfitta: i rossoblu sono stati anche rimandati indietro dai loro tifosi a fine gara per il saluto finale. E per fortuna che dall’altra parte del ponte non davano importanza a questa gara…
Per quello che si è visto in campo, il segno X è giusto: come tutti i derby, tecnicamente i valori si sono livellati, mentre l’agonismo l’ha fatta da padrone. Sicuramente migliore lo spettacolo sugli spalti: il Luzi era assiepato da circa 2000 persone, come non accadeva da tantissimi anni. Circa 500 i supporters giunti da Gubbio, che però a livello di tifo hanno perso il confronto con gli ultras gualdesi: colorati e rumorosi per tutta la gara, sugli spalti hanno vinto loro.
Da segnalare anche la presenza di ben 4 giocatori gualdesi in campo: Lilli fra i pali si muove come un veterano ed ha solo 17 anni, Gaggioli è stato uno dei migliori in campo, Stoppini ha corso come un matto e Dragoni ha dato il suo apporto nei concitati minuti finali sfiorando anche il gol che avrebbe fatto venire giù lo stadio. Che sia una scintilla per far riavvicinare di più i gualdesi a questa squadra? La squadra ha un’anima ed un carattere non indifferente, che rispecchia in pieno quello del suo allenatore Manuelli. Oggi il mister, squalificato, ha seguito da solo dall’altra parte del campo la partita come un leone in gabbia. Anche Bellucci ha gestito bene dalla panchina, rischiando anche con l’entrata di Dragoni al posto di Gaggioli.
Bravi, bravi veramente tutti. Bravo Palazzi, che è qui da pochi giorni e si è tolto lo sfizio di segnare nella gara che più conta: la sua corsa sotto i tifosi è stata da brividi. Bravi tutti quelli scesi in campo, perchè tutti hanno dato il massimo.
Una cosa sola ci sentimo di chiedere: facciamo in modo che il tifo e l’entusiasmo di oggi abbia un seguito. E’ impensabile portare 2000 persone ogni domenica, ma non dilapidiamo ciò che di egregio si è visto oggi. Oggi non si è vinto, in fin dei conti abbiamo guadagnato un solo punto, però potremmo aver guadagnato la stima e l’affetto di una città intera. Questi ragazzi se lo meritano, continuate a sostenerli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *