Gualdo, altro ko: ora è crisi nera

gualdofoligno13

Niente da fare. La crisi in casa Gualdo non conosce sosta e così, nell’anticipo della settima di ritorno, il Foligno passeggia al Luzi contro la squadra di Bocchini. I falchetti, che non stavano attraversando di certo un grande periodo (1 punto nelle ultime 4 gare e ultima vittoria datata 10 gennaio), chiudono la pratica nel primo tempo e nella ripresa si limitano ad amministrare, come fosse una partitella di allenamento, vincendo per 3-0. Per il Gualdo Casacastalda è notte fonda: ultima vittoria datata 13 dicembre, due punti nelle ultime otto partite e terza sconfitta consecutive. Se poi ci aggiungiamo che è stato segnato un solo gol nelle ultime otto gare, questo la dice lunga sulla situazione difficilissima che sta attraversando la squadra.
Bocchini oggi ha riproposto il 4-4-2, e viste le tante assenze di fuoriquota (Battistelli, Gaggioli, Marani e Tortelli) ha schierato Ferranti in mezzo alla difesa con Palazzi di nuovo a sinistra, con la coppia Fondi-Villanova davanti. Il Foligno, che a dispetto della classifica di qualità ne ha da vendere, ha giocato con un 4-2-3-1 con il trio Napolano-Keqi-Cavitolo a supporto del capocannoniere Di Paola. Ma non c’è stato bisogno dei suoi gol: al 17′ è il centrocampista D’Allocco che verticalizza per Napolano, che elude la trappola del fuorigioco e si presenta a tu per tu con Fiorucci, battendolo facilmente. Al 35′, sugli sviluppi di una punizione in attacco per il Gualdo, il Foligno recupera palla e parte in contropiede: 2 contro 1, con Napolano che lancia Cavitolo, il quale poi restituisce la sfera al fantasista ex Samb che segna una rete quasi fotocopia di quella prima. Al 39′ arriva addirittura il terzo gol: calcio di punizione innocuo da centrocampo, Fiorucci sbaglia clamorosamente l’uscita e regala palla a Di Paola che, dal limite dell’area, si gira e prova il tiro. La palla viene respinta ma torna nella disposizione del numero 9 folignate, il quale appoggia in area per Keqi che, da posizione defilata, deposita in rete approfittando del fatto che Fiorucci non fosse rientrato fra i pali. 3-0, fischi dagli spalti e partita virtualmente chiusa.
Nella ripresa Bocchini inserisce subito Bartolini per Stoppini, poi fa debuttare anche l’ultimo arrivato Vittorio Salustri, centrocampista di fascia sinistra. Una sua punizione dai 30 metri fuori di poco sarà l’unico tiro degno di nota della partita da parte del Gualdo. La classifica continua a piangere, lo spettro della retrocessione si fa sempre più forte. Domenica prossima non si giocherà, in quanto il derby col Gubbio è stato spostato al 13 marzo. Si tornerà in campo il 28 febbraio, sempre in casa contro il Città di Castello. Quindici giorni per analizzare la situazione e per cercarne una per uscire da questo momento buio.

TABELLINO
GUALDO CASACASTALDA 0: Fiorucci; Bagnetti, Sgambato, Ferranti, Palazzi (10’st Salustri); Stoppini (1’st Bartolini), Menchinella, Antogiovanni, Fondi F.; Villanova (27’st Tofoni), Fondi G.
A disp.: Casini, Fiacco, Cancelloni, Gagliardini, Dragoni, Chiocci. All.Bocchini
FOLIGNO 3: Ranieri; Calzola, D’Aiello, Gennari, Arboleda; D’Allocco (27’st Montanari), Ubaldi; Cavitolo (10’st Cicerello), Napolano (30’st Balistreri), Keqi; Di Paola.
A disp.: Farroni, Fapperdue, Labate, Monaco, Burini, Gentile. All.Battistini
Arbitro: Matteo D’Ambrogio di Frosinone (Palmigliano – Petrini)
Marcatori: 17’pt e 35’pt Napolano, 39’pt Keqi.
Ammoniti: Villanova, Salustri, G.Fondi
Angoli: 2-5
Recupero: 2-3
Spettatori: circa 450

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *