Il Caprara alza la voce

281551_257824447577510_4800913_n

Ecco il comunicato stampa dell’A.S. Caprara dopo il rinvio della partita di calcio a 5 tra Caprara e Tiber:

“La dirigenza dell’ A.S. CAPRARA vuole esprimere la propria amarezza e forte disappunto in quanto, nella serata di ieri, la partita tra Caprara e Tiber (5a di ritorno Serie D calcio a 5) non si è potuta disputare per cause TOTALMENTE INDIPENDENTI dalla volontà della società ospitante, ma a seguito di una DECISIONE UNILATERALE dell’amministrazione del Comune di Gualdo Tadino.

Si è preferito infatti dare priorità, nel pomeriggio del giorno 04/03/2016, all’installazione di un palco per la manifestazione “VEGLIONE DI FINE INVERNO” che si terrà stasera nell’impianto di giuoco, IGNORANDO il rispetto degli accordi intercorsi tra il comune, la nostra società e la FIGC-CRU, che prevedono la concessione degli orari dedicati alle partite di tale campionato già dall’inizio della stagione sportiva (Ottobre 2015).

La dirigenza pertanto, non avendo ricevuto nei giorni precedenti l’evento ALCUNA INFORMAZIONE E/O COMUNICAZIONE UFFICIALE da parte dell’amministrazione comunale, non ha potuto procedere ad un eventuale rinvio o spostamento della partita presso altro impianto di giuoco in tempo utile ed ogni tentativo effettuato in extremis nel tardo pomeriggio di ieri è stato purtroppo inutile.

Restiamo in attesa della decisione del giudice sportivo per valutare le conseguenze di questa azione incomprensibile di cui siamo stati vittime, ricordando al sindaco Massimiliano Prosciutti ed al Comune di Gualdo Tadino che la nostra società ha sempre cercato confronti costruttivi e che si è dimostrata puntuale negli impegni presi.

Purtroppo costatiamo con grande delusione che la civiltà sempre dimostrata non è stata minimamente considerata ma che anzi che si è preferito agire incuranti degli accordi presi e senza la benché minima considerazione e rispetto verso la nostra squadra e comunità.

In fede,

la dirigenza A.S. Caprara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *