Basket Gualdo, Bucari: “Daremo filo da torcere a tutti”

Lo score del Basket Gualdo in queste primissime partite di campionato parla di due vittorie ed una sconfitta: un bilancio sicuramente positivo. 
Dopo la vittoria di misura in casa contro Rieti (senza due pedine importanti come Obi e Paleco) e la sconfitta di Foligno giunta solo nel finale, domenica scorsa contro Umbertide i gualdesi hanno dimostrato tutte le loro qualità: grande difesa, che ha limitato gli ospiti a soli 60 punti, e buona attitudine anche in attacco, con 82 punti realizzati. Il roster, nonostante sia per gran parte nuovo, sembra ormai ben amalgamato. Un gualdese, presente anche nelle scorse annate, è Michele Bucari, vice allenatore e punto di riferimento da anni oramai del basket gualdese.

Michele, la partita di domenica contro Umbertide ha dimostrato che al completo il Gualdo dispone di un roster altamente competitivo. Pensi che la squadra di quest’anno sia pronta per lottare fino in fondo con le migliori?
Siamo una squadra molto giovane, che in estate ha cambiato molto. Ancora nell’arco di una partita soffriamo di diversi alti e bassi e siamo in fase di crescita. Quest’anno abbiamo acquisito una maggiore fisicità ed abbiamo a disposizione anche una rotazione più lunga rispetto al passato. Sicuramente saremo una squadra che darà fastidio a tutte viste le nostre caratteristiche che le altre compagini non hanno. Se ingraneremo e se riusciremo a tenere alti i ritmi sia in difesa che in attacco potremo giocarcela fino in fondo con le favorite alla vittoria finale.

Che rapporto hai instaurato con il nuovo coach?
Con Marco Guerriero fin dall’inizio si è instaurato un buon feeling, anche fuori dal campo. E’ una persona molto energica, che riesce a trasmetterti la sua voglia di vincere e di far bene. Inoltre possiede una grande esperienza da allenatore di categoria.

Domenica affrontate Orvieto, che a detta del coach è la squadra più forte al momento. Sei d’accordo?
Attualmente Orvieto è la capolista, ed è imbattuta. Conosciamo bene circa metà roster, ma in estate hanno aggiunto elementi di esperienza e di categoria superiore ad una squadra che era già ottima. Noi per poterci portare a casa la partita dovremo stare concentrati per tutti i 40 minuti, cercando di eliminare quegli alti e bassi che ancora ci condizionano un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *