Una Salus tutta cuore perde di misura contro Ancona

La Salus Gualdo, con la capolista Ancona, prova fino all’ultimo a condurre in porto lo scontro diretto che vale il primo posto del girone. Con un epilogo punto a punto si impongono però le marchigiane per 54-49, più precise ai tiri liberi finali. Per la verità, di tiri liberi le ospiti ne hanno realizzati in quantità industriale, sin dal primo quarto, grazie ad una coppia arbitrale attenta a fischiare ogni minimo contatto alle gualdesi e piuttosto permissiva con le doriche che hanno difeso, in maniera aggressiva, per l’intero incontro. Il risultato è che alla Salus sono stati fischiati 25 falli contro i 17 dell’Ancona, che ha potuto realizzare 19 liberi su 27 totali mentre le padrone di casa hanno usufruito soltanto di 12 liberi di cui 5 realizzati.
Per abitudine, la Società Salus Gualdo non commenta mai l’arbitraggio, perché ritiene normale che possano verificarsi degli errori per entrambe le formazioni, ma quando il metro di giudizio non viene applicato allo stesso modo per tutto l’arco della partita… Così, come per chi scende in campo, anche chi arbitra può incappare in una giornata no, peccato che ciò sia successo nell’incontro più importante della giornata e probabilmente dell’intero girone.
Il rammarico in casa gualdese è grande per l’occasione sfumata, oltre che per l’arbitraggio, anche per demeriti propri, come l’imprecisione finale ai liberi (nell’ultimo minuto e mezzo appena 1/6 dalla lunetta…), per diverse facili conclusioni gettate alle ortiche, per qualche distrazione difensiva e per alcune palle perse banalmente. Nonostante questo mix non propriamente positivo rimane la convinzione che le ragazze di Paleco e Marini, dopo aver giocato con grande impegno e cuore alla pari con la favorita alla vittoria finale, possano comunque continuare ad occupare le prime posizioni della graduatoria in attesa di conquistare il diritto ai play-off, che significherebbe anche il raggiungimento dell’obiettivo di stagione cioè la salvezza anticipata. 
A conferma di quanto appena detto parlano i numeri: a 14 secondi dalla fine la Salus sotto di 3 punti (49-52) è in lunetta con 2 tiri liberi a disposizione. Purtroppo lo 0/2, che conclude la già segnalata perniciosa serie finale di 1/6, mette praticamente fine alle ostilità con Ancona che realizza gli ultimi 2 liberi sul fallo sistematico delle gualdesi. 
Aver giocato alla pari con la squadra favorita alla vittoria finale, nonostante una giornata non brillantissima, deve dare una ulteriore spinta a fare ancora meglio considerato l’ampio margine di miglioramento che soprattutto le più giovani hanno davanti a loro. 
Gualdo parte timorosa e si ritrova sotto al 3° per 8-2. Pronta reazione (7-8 al 5°) prima che le ospiti allunghino fino al 14-21 della prima sirena. Nel secondo quarto Gualdo subisce ancora, si va al riposo lungo sul 21-32 con Ancona che al 16° raggiunge il massimo vantaggio (15-29). Al rientro in campo le ragazze di Paleco e Marini mettono sul parquet cuore, grinta e voglia di dimostrare il proprio valore. Da qui in avanti inizia un altro match. La rimonta è servita al 25° (33-37), le due squadre ora viaggiano gomito a gomito, con il numeroso e caloroso pubblico gualdese che fa la propria parte. 
Trascinate dalla Spigarelli (alla fine 15 punti e +19 di valutazione) tutte le ragazze rispondono alla grande e mettono alle corde le marchigiane che con il loro roster molto profondo riescono ad arginare il tentativo di sorpasso delle padrone di casa. Terzo quarto che termina sul 35-40 per le Doriche. Il PalaLuzi è caldissimo, le ragazze in campo, da entrambe le parti, non mollano di un centimetro, Ancona vacilla ma non crolla sotto i tentativi delle gualdesi. A 1 minuto e 30 dalla fine il punteggio è 45-47. Da qui in poi una sequela di tiri liberi, per le due squadre, stabilisce che a vincere sarà Ancona più precisa dalla lunetta. Senza togliere nulla ad Ancona, formazione molto ben attrezzata, la Salus Gualdo non ha meritato di rimanere con un pugno di mosche in mano, con le ragazze uscite tra gli applausi scroscianti del pubblico di casa che non riserva lo stesso apprezzamento per la discussa coppia arbitrale. 
Prossimo match il 6 Gennaio a Pescara sul parquet di un’altra delle squadre favorite alla vittoria finale. Al momento Pescara rimane indietro in classifica, dopo aver perso inopinatamente in casa del Senigallia che, contro le abruzzesi, è riuscita a cogliere la prima vittoria della stagione.

Tabellino Salus Gualdo – Ancona
Salus Gualdo – Ancona : 49 – 54 (14-21, 7-11, 14-8, 14-14)
Salus Gualdo: Marcotulli 7, Ferri, Zito, Gatti 4, Spigarelli 15, Matarazzi 6, Moriconi I. 4, Baldelli 9, Franciolini 2, 
El Kayat, Vecchietti 2, Ceccarelli. All. Paleco, Ass.Marini 
Ancona: Perdicca 3, Nociaro 8, Adams, Ruggeri, Di Sario 13, El Haiti 1, Castellani 14, Koshanin, Zamparini, Bolognini 6, 
Egwoh 4, Takrou 5. All. Piccionne, Ass. Ballerini

Classifica: Ancona 14, Pesaro 12, Salus Gualdo 10, Pescara 8, Perugia 4, Roseto 4, Senigallia 2

 

Fonte: Ufficio stampa Salus Gualdo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *