Prima Categoria, la situazione a quattro turni dal termine

Rush finale per tutti i campionati dilettantistici di calcio. Tra questi, anche la Prima Categoria, con Cerqueto ed Atletico Gualdo Fossato impegnate nel Girone C. 

Il Cerqueto naviga in acque tranquillissime e praticamente non ha più nulla da chiedere al campionato. Levato e compagni sono sesti, a quota 38 punti, assieme alla 4 Castelli Valnerina. Il quinto posto occupato dalla Virtus Foligno è distante 6 punti, ma il distacco della quinta dalla seconda è di 14 lunghezze. Ciò sta a significare che per il Cerqueto è praticamente impossibile raggiungere i playoff. Allo stesso tempo, però, la salvezza è matematicamente raggiunta, perchè i punti di vantaggio sulla zona playout sono tredici. Queste ultime quattro giornate, quindi, saranno prive di pressioni per i cerquetani, che affronteranno BM8 (in casa), Sigillo (in trasferta), Cascia (in casa) e Superga (fuori casa). 

L’Atletico Gualdo Fossato, invece, dovrà lottare fino alla fine per raggiungere la salvezza. La sconfitta di ieri contro il Trevi ha un po’ complicato i piani dei ragazzi di Galassi, ed ora la classifica nella zona bassa è molto corta: il Sigillo è l’ultima fuori dai playout a quota 27, poi ci sono Norcia e Grifo Cannara a 25, Trevi ed Atletico Gualdo Fossato a 20 ed il San Luca ultimo a 18. Il calendario, in questi ultimi quattro turni, prevede diversi scontri infuocati. Domenica prossima a Fossato arriva il Cascia praticamente salvo. Poi, due trasferte sui campi di Grifo Cannara e Palazzo, e a conclusione il Norcia in casa. L’Atletico Gualdo Fossato può ancora salvarsi senza playout, anche se i 7 punti di distacco a quattro giornate dalla fine non sono pochi. L’obiettivo, quindi, sarà quello di raggiungere i playout nella migliore posizione di classifica possibile: arrivando 12esimi o 13esimi, infatti, lo spareggio viene disputato in casa con due risultati su tre a disposizione.

Qui sotto vi postiamo anche i meccanismi di promozioni e retrocessioni in base ai piazzamenti delle umbre in Serie D. Considerando che l’unica umbra a rischio playout è il Bastia (che ad oggi sarebbe salvo), le retrocessioni dovrebbero essere o zero o una. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *