Moranese scatenata sul mercato

12106900_181548715511296_7290977924390888845_n

Non si ferma più la Moranese, sempre più attiva sul mercato in vista della nuova stagione.
Sono ben otto gli acquisti ufficializzati negli ultimi giorni dalla società neroverde, dopo i primi acquisti e le riconferme della settimana scorsa.
Cominciamo dalla difesa: i nuovi innesti sono Fabio Fagiani, Michele Allegrucci e Michele Illuminati.
Fagiani, classe ’83, ha esperienze con Sigillo e Costacciaro ma viene da un anno di stop: è un terzino capace però di giocare anche al centro, un esempio per i più giovani grazie alla sua personalità ed al suo carisma.
Allegrucci, classe ’94, è un prodotto del settore giovanile del Gualdo e negli ultimi quattro anni ha giocato con il Cerqueto tra Promozione e Prima Categoria: un elemento molto duttile in grado di giocare indifferentemente sia a destra che a sinistra. Illuminati, classe 1981, ha vestito le maglie di Nocera e Cecuris e nell’ultima stagione era in forza al Real Nocera di calcio a 5: è un giocatore in grado di occupare tutti i ruoli difensivi.
A centrocampo i volti nuovi rispondono ai nomi di Alessio Luzzi, Michele Piermatti e Stefano Mattioli.
Luzzi, classe 1985, proviene anche lui dal Real Nocera ed in passato ha giocato con Nocera e Cerqueto.
Piermatti invece è un classe ’89, ed anche lui è stato prelevato dal Real Nocera: è una vecchia conoscenza del Morano Calcio ed è un centrocampista col vizio del gol grazie alla sua propensione agli inserimenti.
Mattioli, classe ’83, ex Nocera, Valtopina e Profiamma è un mediano che all’occorrenza può arretrare anche in difesa e porta esperienza a tutta la squadra.
In attacco i nuovi arrivi sono Andrea Bocci e Antonio Tommasoni.
Bocci proviene dal Sant’Eraclio, è un esterno offensivo dotato di buona tecnica mentre Tommasoni, classe 1980, è più un trequartista propenso agli assist ma anche molto pericoloso sui calci piazzati.

Di più da Redazione Gualdo Sport
Gualdo Cas, ecco Nuti per l’attacco
Cercava un bomber da doppia cifra il Gualdo Casacastalda, ed alla fine,...
Leggi di più
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *