Gualdo Casacastalda, ecco le parole di Vicarelli, Matarazzi e Mancini

13383387_10209845466961363_980726910_o

Nella seconda parte di conferenza stampa sono stati presentati il mister e i primi due acquisti.
Ad introdurli è stato il DG Roberto Balducci: “Per quanto riguarda l’allenatore cercavamo un profilo che fosse d’esperienza per l’Eccellenza e che fosse anche un riferimento per il settore giovanile. Guido Vicarelli rispecchia questi valori, oltre ad essere una persona adatta per un ruolo di immagine della società che riguarda il fair play, la correttezza, la lealtà e l’onestà. Vicarelli è rimasto entusiasta del progetto che gli abbiamo proposto e collaborerà anche con il settore giovanile“.
Vicarelli ha poi preso la parola: “Sono fiero che a scegliermi sia stato un allenatore come Roberto. Sono stato accolto in maniera eccezionale, ed il mio entusiasmo è raddoppiato dopo aver conosciuto le persone di questa società. Dovrò trasmettere dei valori, e lo farò tramite l’educazione che mi ha donato mio padre e l‘esperienza che ho maturato in campo durante questi anni. Da calciatore ho esordito proprio contro il Gualdo, in un Gualdo-Ellera quando marcai a uomo Di Renzo. Da allenatore poi ho guidato l’Ellera in Promozione, mentre in Eccellenza ho allenato Nestor, Massa Martana e Cannara, oltre a quattro anni nel settore giovanile del Perugia. Matarazzi e Mancini sono le nostre due certezze al momento, assieme a tutti i giovani giocatori di proprietà che abbiamo. Proprio con loro vorrò iniziare un po’ prima la preparazione, per capire chi realmente può e vuole stare con noi. Il progetto tecnico prevede una linea guida della società che vale sia per la prima squadra sia per il settore giovanile. La mia filosofia di gioco? Prima devo valutare i giocatori a mia disposizione, di sicuro vorrei far vedere un calcio propositivo. Il ruolo di Balducci? Sarà una risorsa per me, ho la fortuna di avere come dirigente una persona che sa cosa vuole un allenatore. Giocare a Gualdo è una responsabilità maggiore rispetto ad altre piazze, per la storia ed il blasone che ci sono qui. Spero che il mio ed il nostro impegno siano all’altezza di questa città”.

Balducci ha poi introdotto David Matarazzi: “David è un uomo con valori importanti oltre che un bravo calciatore, rappresenta uno spaccato di storia recente del calcio gualdese molto importante. Per noi è una figura imprescindibile e sarà anche il nostro capitano“. Matarazzi ha detto di essere “contento del ritorno a Gualdo, qui c’è tutto per far bene. Ringrazio chi mi ha voluto fortemente e non vedo l’ora di ricominciare, fosse per me scenderei in campo anche domani“.
Infine è stata la volta del bomber Daniel Mancini. Balducci ha spiegato che “Daniel aveva tantissimi corteggiatori in giro per l’Umbria, e sono fiero che alla fine abbia scelto noi piuttosto che un altro progetto già definito tecnicamente. Mancini è uno che ha sempre segnato tanti gol, ha qualità tecniche indiscusse ed ho avuto la fortuna di conoscerlo anche come persona“.
L’ex puntero del Trestina ha spiegato cosa lo ha convinto a scegliere Gualdo piuttosto che un’altra meta: “Io sono uno che ha fame, che ha voglia di vincere, e la società è sulla mia stessa lunghezza d’onda. E poi quando chiama una piazza come Gualdo non si può dire di no..

Di più da Redazione Gualdo Sport
Appuntamenti del weekend (18-19 marzo)
Diversi appuntamenti da non perdere in questo fine settimana di sport per...
Leggi di più
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *