Gualdo Cas, contro il Bastia una classica del calcio umbro

Neanche il tempo di smaltire le fatiche della partita di giovedì che per il Gualdo Casacastalda è già tempo di tornare in campo, sempre al Luzi, contro il Bastia. I ragazzi di Vicarelli sono in serie positiva da tre turni e giovedì hanno fermato la corsa di una delle squadre più in forma, ovvero il Castel del Piano. “E’ stata la partita che mi aspettavo” dice il mister “loro sono una squadra estremamente solida che lascia pochi spazi. Abbiamo creato meno del solito, anche se rivedendo le immagini diverse volte ci abbiamo provato ma c’è mancato l’ultimo passaggio“. Nelle ultime due partite, contro Villabiagio e Castel del Piano, il passaggio alla difesa a tre ha fatto subire un solo gol e ha concesso poco agli attacchi avversari. Su questo Vicarelli è chiaro: “Coprendosi un po’ più si rischia di creare meno davanti, ma in questo momento è bene prima pensare ad essere solidi“.
Il Bastia arriva al Luzi forte del secondo posto in classifica. “Psicologicamente è una delle squadre che sta meglio” avverte Vicarelli “stanno facendo un campionato che non era preventivato e con pieno merito sono lì nelle zone alte. Giocano con la tranquillità di non dover vincere per forza e quindi sono una mina vagante“.
I bastioli sono secondi, insieme al Villabiagio, con 25 punti, due in meno della capolista Voluntas Spoleto. In trasferta hanno un ruolino di marcia di tutto rispetto, con 5 vittorie, un pari ed una sola sconfitta maturata proprio contro gli spoletini. Nella rosa a disposizione del mister Luca Grilli ci sono due ex: il difensore Zanchi (due stagioni con il Casacastalda e due con il Gualdo Casacastalda) e l’attaccante Majella (16 presenze e 4 gol da gennaio a maggio 2014).
Dopo la partita di giovedì a Bastia si sono dimessi il DS Luca Bordichini e il team manager David Ricci perchè, a detta loro, non c’erano più le condizioni organizzative per andare avanti.
Quella tra Gualdo e Bastia è una delle classiche del calcio umbro. Grazie all’Almanacco storico del Dottor Amoni sappiamo che la prima partita tra queste due squadre risale addirittura al 1945 e storicamente il Bastia ha sempre rappresentato una sorta di tabù per il Gualdo, se consideriamo che negli ultimi 10 anni le vittorie sono state solamente 3 su 14 incontri. Le due squadre si sono affrontate ben 58 volte in 29 stagioni (1945, 1956, dal 1959 al 1972, dal 1987 al 1992, dal 2008 al 2012 e nel biennio 2014-2015). L’ultima sfida al Luzi risale all’ 8 marzo 2015, in Serie D, con un 4-0 firmato da Idromela, Brescia, Marcheggiani e Gaggioli.

Maggiori informazioni su Redazione Gualdo Sport

Cerqueto, la striscia positiva si ferma con la Clitunno

Si ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive del Cerqueto, che...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *