Roberto Mancini, galeotta fu la cena.. a Gualdo Tadino

Manchester City's Italian manager Roberto Mancini celebrates with the Premier League trophy on the pitch after their 3-2 victory over Queens Park Rangers in the English Premier League football match between Manchester City and Queens Park Rangers at The Etihad stadium in Manchester, north-west England on May 13, 2012. Manchester City won the game 3-2 to secure their first title since 1968. This is the first time that the Premier league title has been decided on goal-difference, Manchester City and Manchester United both finishing on 89 points. AFP PHOTO/PAUL ELLIS RESTRICTED TO EDITORIAL USE. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or 'live' services. Online in-match use limited to 45 images, no video emulation. No use in betting, games or single club/league/player publications. (Photo credit should read PAUL ELLIS/AFP/GettyImages)

Uno degli uomini più osannati del momento è sicuramente il CT della Nazionale, Roberto Mancini.

Dopo aver preso l’Italia dalle ceneri del fallimento del Mondiale 2018, l’ha fatta rinascere come un’araba fenice e l’ha portata ad esprimersi alla grande in queste prime partite di Euro 2020.
La carriera di allenatore di Mancini, nativo di Jesi e quindi non molto lontano dalla nostra città, ha sicuramente avuto una svolta nell’autunno del 2009. Dopo aver salutato l’Inter un anno prima, il Mancio iniziò la sua avventura all’estero, partendo dalla panchina del Manchester City.

Per quella prima esperienza in Inghilterra, galeotta fu una cena.. a Gualdo Tadino! Nel gennaio 2009, infatti, Roberto Mancini venne beccato a cena con dei rappresentati del club inglese proprio a Gualdo Tadino nell’ex ristorante Rascellino. La scelta fu probabilmente dovuta al fatto che si trattasse di un luogo tranquillo quasi a metà strada tra Roma (da dove provenivano i dirigenti dei Citizens) e Jesi (città natale di Mancini).

L’incontro era top secret, anche se poi alla fine non passò inosservato l’attuale CT dell’Italia che, all’uscita dal ristorante, disse di aver discusso semplicemente l’acquisto di una proprietà a New York. La notizia fu riportata dal giornale britannico Indipendent.
Mancini divenne effettivamente l’allenatore del Manchester City nel dicembre dello stesso anno, subentrando a Mark Hughes. Magari, però, quella cena a Gualdo Tadino servì ai dirigenti inglesi per convincersi che quello era l’allenatore giusto per la loro squadra..

Maggiori informazioni su Redazione Gualdo Sport

Appuntamenti del weekend (25-26 marzo)

Solito appuntamento del venerdì con la nostra agenda degli appuntamenti sportivi. 
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *