Matteo Manci: “Quante soddisfazioni con la Uisp”

260212_4753815928833_358416457_n

La formazione Uisp dell’Atletico Gualdo conferma il trend positivo che la vede con 7 risultati utili consecutivi nel classico derby con la Colpertana, vinto 1-0 con un gol di classe del rientrante Mario Buonocore. Talismano e artefice principale di questo successo è il mister dell’Atletico Matteo Manci, che con ieri sera ha raggiunto un incredibile record: quattordicesimo risultato utile consecutivo nei derby con i cugini di Gaifana, sedici se ci aggiungiamo i derby con la Moranese di due anni fa. Lo abbiamo sentito per raccogliere le sue impressioni e per descrivere il suo percorso e la sua passione calcistica.
Prima del Manci allenatore c’è stato il Manci giocatore. Da dove è partito?
E’ partito da Gubbio, facendo tutta la trafila del settore giovanile, fino agli Allievi e la Juniores. Poi sono tornato a casa, con più di 10 anni di militanza con il Branca, e poi dal 2002 al 2006 nella Sima Fossato del campionato UISP.
Lì hai avuto l’incontro fatale…
Sì, a Fossato ho giocato per 3 anni con Paolo Ragugini. In verità all’inizio ci stavamo quasi antipatici, perché qualche volta eravamo in competizione per la maglia da titolare. Poi però ci siamo imparati a conoscere e rispettare ed ora siamo grandi amici, tra di noi c’è una ottima sintonia.
Poi come è continuata la tua carriera?
Dopo Fossato ho smesso e per quattro anni ho lasciato il calcio. A settembre del 2010 è arrivata la telefonata del Rag che mi ha chiesto se volevo allenare la squadra che da poco era stata creata dalle ceneri della Sima. Non ci ho pensato un secondo e in poco tempo, ma con grandi fatiche, siamo diventati quello che siamo adesso. Un gruppo di amici che è anche un punto di riferimento per tantissimi ragazzi gualdesi.
Quali sono le soddisfazioni più grandi che ti sei tolto in questi anni?
Sicuramente le finali di Coppa a Misano, il quarto posto del 2014 e la vittoria con la Stella Rossa in casa loro. Erano campioni in carica e venivano da ben 45 risultati utili consecutivi, interrotti proprio da noi.
Per finire la ciliegina sulla torta della promozione a vice allenatore della seconda categoria?
È una esperienza bellissima, che mi permette di crescere e migliorare senza pressioni grazie all’esperienza di Piermario Fanucci. La fusione è stata una cosa bellissima che mi ha aumentato gli stimoli, tanto che prima dell’estate mi iscriverò al corso per prendere il patentino.

Maggiori informazioni su Redazione Gualdo Sport

Gualdo Casacastalda giù a Lama

Arriva la terza sconfitta consecutiva per il Gualdo Casacastalda, che cade per...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *