L’Italia Under 18 vince a Gualdo davanti a 2000 spettatori

13227895_10209672442235853_1109638669_n

In una stupenda cornice di pubblico, davanti a circa 2000 spettatori, l’Italia Under 18 batte 2-0 i pari età della Romania.
Il mister Baronio opta per un 4-4-2 di partenza con Del Favero in porta, Ierardi, Mattioli, Iudica e Giraudo in difesa, Puntoriere, Bordin, Castellano e Matarese a centrocampo con Cutrone e Tumminello in attacco. Costel Enache, tecnico della Romania, schiera un 4-2-3-1 con Suciu fra i pali, Capusa, Ghita, Ciobotariu e Pascanu in difesa, Oaida e Kilyen in mezzo al campo con Grecu, Hagi e Draghici alle spalle di Petre.
L’avvio è di marca rumena, e dopo 2′ è bravissimo Del Favero, di piede, a respingere un sinistro incrociato di Petre. Al 6′ azione personale di Bordin, che arriva al limite dell’area, duetta con Cutrone ma poi col destro spara alto. Al 9′ poi ci prova Tumminello, ma il suo destro è deviato in angolo. L’Italia fa la partita, con il possesso palla cerca poi di innescare gli esterni. che in fase offensiva si portano sulla linea degli attaccanti formando un 4-2-4. Nella Romania, invece, tutto passa per i piedi di Hagi, che offre bei spunti. Al 27′ è Kilyen che raccoglie una corta respinta al limite dell’area e calcia in porta, ma Del Favero è bravissimo a bloccare un tiro insidioso. Al 34′ ecco il gol del vantaggio: Bordin, migliore in campo, si conquista una punizione ai 25 metri e va lui stesso a calciarla: parabola perfetta che non lascia scampo al portiere ospite e Italia avanti 1-0. Al 40′ sfiora anche il raddoppio la squadra di Baronio, con Tumminello che è bravo ad avventarsi su una rimessa dal fondo errata ma poi è impreciso nella conclusione in porta.
Nella ripresa la Romania cerca subito il pari: al 3′ è ancora Petre a rendersi pericoloso, mentre al 12′ Ghita, di testa, sfiora il palo. Comincia poi la girandola delle sostituzioni ed il neo-entrato Pierini, all’esordio con l’Under 18, al minuto 16′ se ne va in velocità sulla sinistra, entra in area e viene steso da Ghita: calcio di rigore decretato dall’arbitro Praiola ed ammonizione del difensore rumeno. Dal dischetto va Tumminello che di potenza batte Poiana. Al 29′ la Romania potrebbe riaprire la partita: solo il palo nega la gioia del gol a Grecu, autore di un grande calcio di punizione.
Nel finale l’Italia controlla la partita e non corre altri rischi. Finisce quindi 2-0, con i ragazzi di Baronio che chiudono al meglio la loro stagione.

TABELLINO
ITALIA: Del Favero (1’st Marson); Ierardi (31’st Scalera), Mattioli, Iudica (17’st Ciavattini), Giraudo (31’st Beruatto); Puntoriere (31’st Di Nolfo), Bordin (31’st Damiani), Castellano, Matarese (1’st Pierini); Cutrone (1’st Lo Faso), Tumminello (17’st Mazzocchi). All.Roberto Baronio
ROMANIA: Suciu (1’st Poiana); Capusa (27’st Rusu), Ghita, Ciobotariu (9’st Gisa), Pascanu; Oaida (36’st Jurj), Kilyen (9’st Iani); Grecu, Hagi (27’st Dragomir, 41’st Casap), Draghici (27’st Corban); Petre. All.Costel Enache
Marcatori: 34’pt Bordin, 17’st rig.Tumminello
Arbitro: Federico Praiola (Trasciatti – Petrini)
Ammoniti: Ghita, Rusu, Beruatto
Angoli: 3-6
Recupero: 0′ pt – 4′ st
Spettatori: circa 2000

La fotogallery del match.

Maggiori informazioni su Redazione Gualdo Sport

Appuntamenti del weekend (18-19 marzo)

Diversi appuntamenti da non perdere in questo fine settimana di sport per...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *