Cambia la regola dei fuoriquota nel calcio umbro

Nella videoconferenza di ieri tra il presidente del Comitato Regionale Umbro Luigi Repace e le società calcistiche della nostra regione, è stato formalizzata la modifica alla regola dei fuoriquota.

Inizialmente si pensava ad un blocco dei fuoriquota, che quindi avrebbe interessato le stesse annate della stagione 2019-2020. Invece, per la prossima stagione 2020-21, in Eccellenza ed in Promozione ci sarà l’obbligo di far giocare non più tre ma due fuoriquota. Il Gualdo Casacastalda, quindi, dovrà schierare un 2001 ed un 2002.
In Prima Categoria, invece, Cerqueto ed Atletico Gualdo Fossato dovranno schierare un 1999 ed un 2000.
Modifiche anche per quanto concerne i premi in denaro da corrispondere alle società che maggiormente fanno uso dei fuoriquota: saranno le prime 8, in questa speciale graduatoria in Eccellenza, ad usufruire di questo premio. In questa stagione il Gualdo Casacastalda avrebbe vinto il premio essendo arrivato primo in questa classifica, ma non ha potuto riscuoterlo a causa del piazzamento finale in classifica.

Scende il costo delle iscrizioni: in Eccellenza il diritto all’iscrizione passa da 2700 a 1000 euro, con scontistica a scendere per le altre categorie.

Quasi sicuramente il prossimo campionato di Eccellenza sarà a 18 squadre: al posto del Tiferno salito in D ci sarà il Bastia retrocesso. Salgono in Eccellenza dalla Promozione Branca e Massa Martana, mentre la 18esima sarà l’Ellera “ripescata”. Anche i due gironi di Promozione saranno a 18 squadre e può ancora sperare il Sigillo. Sono state infatti promosse le prime quattro dei rispettivi gironi, più il Ripa primo a pari punti nel Girone B. Manca quindi una sesta squadra. I sigillani sono la miglior seconda a livello di punteggio, ma in lizza c’è anche il Todi che ha vinto la Coppa di categoria.

Maggiori informazioni su Redazione Gualdo Sport

Circolo Tennis Olympia, battuto anche il New Pattol Club

Continua a vincere in Targa Umbra la squadra gualdese del Circolo Tennis...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *