Cerqueto corsaro in casa della Virtus Foligno

Con il risultato di 4-2 il Cerqueto trova la seconda vittoria consecutiva (prima in trasferta) sul campo della Virtus Foligno nell’anticipo della terza giornata del girone C di Prima Categoria. Partita ricca di emozioni, con quattro rigori assegnati (due per parte) e con due espulsioni tra le fila dei padroni di casa. Protagonista suo malgrado l’arbitro Rushani, che in più di un’occasione ha lasciato perplessi i protagonisti in campo e gli spettatori in tribuna.

Dopo appena tre minuti la prima decisione discutibile del fischietto ternano che assegna un rigore alla Virtus Foligno, che Brinci con freddezza trasforma per il vantaggio dei suoi.
Al 21′ il primo rosso per la Virtus Foligno: su palla lunga dalla difesa Parlanti scatta in posizione di dubbio fuorigioco, si presenta davanti ad Antonini che lo stende al limite dell’area con conseguente punizione ed espulsione. Il Cerqueto prende ancora più campo ed al 26′ arriva il pari. Codignoni riceve spalle alla porta, si gira e cerca il tiro ma viene agganciato dal suo diretto marcatore. Per l’arbitro è rigore che Retini insacca per l’1-1.

Sul finire del primo tempo altri due episodi su cui il Cerqueto reclama: su azione da corner De Luca trova il tiro in mischia che viene ribattuto sulla linea di porta da un difensore folignate, mentre qualche minuto dopo è Codignoni che viene falciato in area ma l’arbitro lascia correre.
La ripresa si apre subito con il vantaggio cerquetano. Fedeli trova un ottimo inserimento di Pasquarelli (uno dei migliori), che da dentro l’area aggancia di destro e insacca di sinistro il gol che vale il 2-1.

La Virtus accusa il colpo anche se Gjinaj, giocatore di altre categorie, è sempre una spina nel fianco per la difesa del Cerqueto.
Retini a metà ripresa avrebbe la possibilità di congelare il risultato quando Parlanti viene steso in area con Rushani che decreta il terzo rigore di giornata, ma la sua conclusione e troppo larga e si perde a lato. Inizia la girandola delle sostituzioni ed il Cerqueto ne beneficia grazie alla qualità degli uomini a disposizione di Brunetti. Entrano Chioccolini, Levato, Sellani e Commodi e sul finire del match prima Levato al 84′, poi Retini al 90′ mettono al sicuro il risultato. Gjinaj rimedia una doppia ammonizione dovuta a troppo nervosismo e lascia i suoi in doppia inferiorità numerica, poi c’è tempo ancora per il quarto rigore di giornata al 94′, quando Nuti commette fallo su Rosa che dal dischetto fissa il punteggio sul definitivo 2-4.

Di più da Redazione Gualdo Sport
Basket Gualdo, Pallucca: “Soddisfatti di aver riportato tanti tifosi al Luzi”
E’ molto positivo il bilancio della prima parte di stagione del Basket...
Leggi di più
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *