Gualdo, Pierotti allenatore e Migliosi DS

Comincia a prendere forma il Gualdo Calcio per la stagione 2019-2020, che vedrà i gualdesi in Eccellenza dopo aver vinto i playoff nel maggio scorso. 

Nulla di nuovo per quanto concerne i giocatori, tranne alcune partenze oramai ufficiali: Matarazzi al Lama, Bellucci al Sassoferrato, oltre a Nuti, Angeletti e Fornetti. La news del giorno però è la guida tecnica. 

La società non ha ancora comunicato nulla a riguardo, ma come riportato da eccellenzacalcio.it, l’allenatore del Gualdo sarà l’eugubino Luca Pierotti. Pierotti, 42 anni, ha un trascorso di tutto rispetto come giocatore, tra cui 89 presenze in Serie B con Salernitana e Catanzaro. Da tecnico ha allenato nell’Atletico Gubbio, a livello di settore giovanile, oltre all’esperienza da vice di Giuseppe Magi al Gubbio e al Bassano. Sarà quindi la prima esperienza per lui al timone di una prima squadra. Oltre a lui, arriverà anche un nuovo DS: si tratta di Riccardo Migliosi, che approda a Gualdo dopo l’esperienza in Promozione con lo Sporting Pila. Due figure giovani per un nuovo corso che di preannuncia molto rinnovato.

Sul fronte settore giovanile, invece, i contatti tra Gualdo Calcio ed Angelo Barberini Flaminia sono sempre più fitti ed intensi. In tal senso, pubblichiamo integralmente un comunicato stampa del Gualdo sulla questione.

La SSD Gualdo Calcio è da settimane al lavoro per offrire al territorio un importante progetto di riorganizzazione dell’intero settore giovanile.
I dirigenti della società SSD Gualdo e della A.S. Angelo Barberini sono al lavoro per consentire il taglio del nastro dalla prossima stagione.
Il connubio tra le 2 realtà calcistiche presenti nel territorio mira ad un comune obiettivo: quello della formazione e crescita dei ragazzi, ispirato a principi di sportività, lealtà, amicizia e sana competizione. 
Tale convergenza inverte una tendenza negli ultimi anni troppo frequentemente diffusa nella città, volta alla scomposizione e divisione delle forze.
Soprattutto in periodi di difficoltà economica e sociale, il territorio può e deve recuperare al proprio interno le ragioni per lavorare insieme. In questo modo concentrando le forze si potranno offrire maggiori servizi e crescita di progetti e sogni.
Il settore calcistico giovanile che prenderà il via da queste importanti premesse potrà disporre di una importante forza numerica che collocherà Gualdo Tadino tra i primi posti dei circuiti regionali. 

A breve seguirà la presentazione del progetto e siamo certi che la presenza di nuovi ingressi, dirigenziali e sportivi, ormai vicini alla definizione, ridarà fiducia e tranquillità ad un ambiente che negli ultimi giorni ci sembra un po’ troppo movimentato ad arte“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *