Sondaggio, il Gualdo 2010-11 è la miglior squadra dell’Eccellenza

E’ terminata la finale del raggruppamento Eccellenza-Promozione: la squadra preferita dai votanti è il Gualdo 2010-11.

La squadra di quella stagione ha superato il 1986-87 ai quarti ed il 2006-07 in semifinale, prima di vincere la finale contro il 1978-79. Tantissimi i voti ricevuti dalla compagine allora allenata da mister Balducci, forte anche di un grande legame con la tifoseria che fu instaurato in quel periodo come dimostra la foto in questa pagina relativa ai playoff col Trestina. In fondo trovate una carrellata di video relativi a quella stagione.

Il Gualdo 2010-11 è quindi la prima squadra a raggiungere la finalissima. Si aggiungeranno, in seguito, anche le squadre più votate di Serie D, Serie C2 e Serie C1. Il sondaggio ripartirà da domani proprio con la Serie D. Intanto, grazie a tutti voi per i tantissimi voti e le tantissime visualizzazioni riguardanti queste prime sfide. E stiamo per entrare nel vivo..

FORMAZIONE TIPO GUALDO 2010/11: Passeri; Pellegrini (A.Romanelli), Matarazzi, Mengoni, Timpanella; Campese, Grandoni, Trollini (Orazi); Galli, Bellucci, Gaggiotti (Levato). All. Balducci.

ROSA GUALDO 2010-11
PORTIERI: Gianmarco Bocci, Simone Passeri
DIFENSORI: Mattia Acciarresi, Andrea Gramaccia, Momo Kromah, David Matarazzi, Enrico Mengoni, Lanfranco Pellegrini, Antonio Romanelli, Matteo Roscioli, Jacopo Sannipoli, Marco Timpanella.
CENTROCAMPISTI: Alessandro Buccilli, Marco Campese, Michele Farneti, Edoardo Fioriti, Francesco Grandoni, Francesco Orazi, Marc Ouri, Giovanni Romanelli, Edoardo Trollini.
ATTACCANTI: Paolo Bellucci, Guido Galli, Marco Gaggiotti, Eldi Karakaci, Issa Kromah, Gianluca Levato.

Un grande tifo, una grande squadra.. ed anche un grande gol di Guido Galli.
La partita con l’Angelana che valse i playoff. Galli su rigore e Paolino Bellucci in contropiede: 2-0.
La partita di Marsciano vinta 1-0 che terminò in un vera e propria piscina d’acqua.
Il pareggio con la capolista Pierantonio (che vincerà il campionato) con la rete di Matarazzi nel finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *